Se per DISMECO il “senso del bello” fa parte in modo irrinunciabile del progetto Borgo Ecologico, allora ciò non può che esprimersi, anche nel 2014, in un calendario artistico a tiratura limitata, questa volta con una realizzazione spiccatamente “basata sulla materia”: una singola immagine - elaborazione grafica che origina da un'opera materica creata su una scheda elettronica - impressa su di una lastra in Alluminio.

Anche per le date si è scelto un formato tanto solido quanto classico, il blocchetto di foglietti da staccare giorno dopo giorno, a rendere lo scorrere del tempo sensazione tattile, oltre che percezione fisica.

Calendario DISMECO 2014 finale 1

All'opposto degli anni precedenti, non siamo andati noi alla ricerca dell'artista, bensì è stato l'artista a trovare noi.

L'immagine è di Adonai Sebhatu, giovane e promettente artista dell' ”Associazione Morsura” di Bologna.

Adonai era alla ricerca di materiali tecnologici per le sue realizzazioni, caratterizzate dall'uso di manufatti quale base su cui creare l'opera, dai più semplici - come parti di manichini - ai più complessi, come schede elettroniche: “manufatti” o per meglio dire “ciò che resta dei manufatti”, perché spesso si tratta di parti di apparecchiature o prodotti di varia natura giunti a fine vita, molti di essi in precedenza oggetto di desiderio consumistico; prodotti coi quali spesso nella civiltà di massa le persone identificano sé stesse, quasi essi fossero autogeneranti di uno status più elevato.

L'uomo che emerge dalla civiltà massificata e basata sul potere d'acquisto è però profondamente spersonalizzato, dominato dai sistemi tecnologici e finanziari, sue stesse creature: per questo l'uomo è assente da quest'opera di Adonai e in altre, quando vi compare, ha l'aspetto di una sagoma umana che

  • cerca di affrancarsi dalla materia nel tentativo di ripudiare questa massificazione?, per riconquistare un'umanità?
  • o viceversa coesiste con questa materia?, perché l'umanità - "ora" - non può essere che questo, un prodotto del processo forse irreversibile iniziato con la Rivoluzione Industriale?
  • … O forse si tratta del "nuovo uomo" che si sta faticosamente divincolando dai suoi stessi paradigmi industriali e d'interazione con l'Ambiente - sinora in ossequio al modello della crescita forzata - nell'era  che Paul Crutzen ha definito “Antropocene”.
  • Associati

    Confindustria Unindustria
  • Amici di

    pin comuni virtuosi
  • Accreditati

  • Qualificati

    logo hera
  • Certificati

    ISO14001 18001 ita col con solo n certificato 14001
    ISO 18001 solo n certificato